Il Jazz On The Corner Festival punta sulla musica aretina

Secondo appuntamento con il Jazz On The Corner Festival in piazza Sant’Agostino. Dopo i due big della serata inaugurale Stefano Cantini e Ares Tavolazzi, per mercoledì 22 luglio l’associazione culturale Jazz On The Corner punta sulla musica di casa, con un’anteprima discografica nazionale. Alle ore 22, salirà infatti sul palco lo Slightly Out 5tet, un gruppo interamente composto da musicisti aretini provenienti da generi musicali differenti, ma accomunati dalla stessa passione per l’improvvisazione jazz e per lo stile jazzistico dell’hard bop. Il quintetto formato da Francesco Giustini alla tromba, Benedetto Burchini al sax tenore, Enrico Orlandi al pianoforte, Nicola Ferri al contrabbasso e Andrea Croci alla batteria presenterà, in anteprima su tutto il territorio nazionale, il suo nuovo lavoro discografico, “Dear Mr. Silver”, in uscita proprio in questi giorni per l’etichetta jazz Emme Record Label. Il disco, ispirato alle composizioni e alle interpretazioni musicali del musicista americano Horace Silver, vanta inoltre, per questa sua prima esecuzione live, la presenza di un ospite d’eccezione. Accanto agli Slightly Out suonerà Massimo Morganti, trombonista marchigiano tra i più conosciuti in Italia, fondatore della Colours Jazz Orchestra, concertista di livello ed insegnante di trombone jazz e big band al Conservatorio di Bologna. «È un grande onore poter presentare il nostro nuovo lavoro inedito su un palcoscenico aretino – spiega Francesco Giustini, tromba dello Slightly Out 5tet e presidente dell’associazione Jazz On The Corner. – “Dear Mr. Silver” nasce dallo studio che abbiamo fatto delle composizioni di Horace Silver, pianista e compositore statunitense scomparso l’anno scorso e annoverato tra i più importanti compositori del genere hard bop. Il disco sintetizza il lavoro che abbiamo portato avanti su alcuni suoi brani e una serie di pezzi originali ed inediti di nostra composizione, liberamente ispirati all’universo musicale creato da Silver. Avere, inoltre, al nostro fianco, il trombone di Massimo Morganti, uno degli esponenti della scena jazz più apprezzati su tutto il territorio nazionale, sia come musicista che in veste di direttore d’orchestra, non può che aggiungere valore al nostro live e all’intero festival». Con questa serata dalla spiccata impronta aretina, l’associazione mette inoltre a segno un altro dei propri obiettivi: dare spazio alle giovani realtà musicali del territorio, permettendo alla popolazione di avvicinarsi al jazz senza ostacoli e pregiudizi. «In un’ottica di crescita – continua Giustini, – riteniamo importante affidare una vetrina a tutti quei musicisti aretini che, attraverso vari percorsi, stanno scoprendo il jazz in tutte le sue declinazioni, dando vita a progetti inediti e a proposte originali». Come le altre serate del Jazz On The Corner Festival e degli altri eventi inseriti nella rassegna estiva OrgiasticAurora, il concerto dello Slightly Out 5tet sarà ad ingresso gratuito.

Condividi l’articolo