Il polo universitario diventa una Fondazione. Cambia anche Arezzo Innovazione

Si è riunito il consiglio provinciale presso la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, molti gli argomenti iscritti all’ordine del giorno. In merito allo schema di programma dei lavori pubblici 2018-20 e all’elenco annuale 2018 è stata approvata con 7 voti favorevoli e 4 astenuti, la variazione al piano 2018, che passa da 4 milioni 978.970 euro a 5 milioni 168.970 euro, a seguito di un incremento pari a 190 mila euro dovuto ad ulteriori interventi nella viabilità provinciale e regionale.Tale finanziamento è garantito dalla Regione Toscana e permetterà la realizzazione del tappeto di usura alla SR 71 Umbro Casentinese dal km 169+200 al km 170+800 e che andrà così a completare l’investimento recentemente realizzato, che ha interessato i lavori di eliminazione del passaggio a livello di Santa Mama e la realizzazione del relativo sottopasso ferroviario.Il Consiglio si è espresso poi sulla trasformazione societaria di Arezzo Innovazione, che ha dato mandato con 8 voti favorevoli e 3 astenuti al Presidente Vasai di portare avanti la revisione straordinaria da Società a responsabilità limitata in Fondazione di Partecipazione. Modifiche interesseranno anche il Polo Universitario Aretino, che verrà trasformata da società consortile con responsabilità limitata in Fondazione di Partecipazione.“Tali trasformazioni indotte dalla legge Madia di riforma della Pubblica Amministrazione – prosegue Vasai – non hanno fatto altro che accelerare una riflessione che da tempo stavamo maturando, per renderle più pertinenti ed idonee per la loro missione per le quali sono nate, ma soprattutto per non perdere delle strutture utili al nostro territorio che nel tempo hanno supportato tanti progetti”.Infine approvata la sdemanializzazione di relitti stradali non utilizzati della SP.69 Cassia nel Comune di Foiano e della SP.04 Val di Ascione nel Comune di Terranuova Bracciolini.

Condividi l’articolo