Emanuele Petri sedici anni dopo

CASTIGLION FIORENTINO – Castiglion Fiorentino ha ricordato la figura del sovrintendente di polizia, Emanuele Petri, a sedici anni dalla sua tragica uccisione per mano delle brigate rosse. La cerimonia di commemorazione si è svolta alla presenza delle autorità, fra le quali il questore di Arezzo, Fabio Salvatore Cilona, insediato da poco più di un mese, la presidente della provincia, Silvia Chiassai e il sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli. Presenti la vedova di Emanuele Petri, signora Alma e gli studenti di Castiglion Fiorentino e di Tuoro. La cerimonia è stata preceduta da una messa, celebrata presso il Santuario della Madonna delle Grazie.

Condividi l’articolo