Agorà su struttura migranti a Castroncello

In merito alle affermazioni del Sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli a proposito della struttura per l’accoglienza dei migranti di Castroncello, la Società Cooperativa Consortile “L’Agorà d’Italia” in una nota precisa che l’apertura di questa struttura “è avvenuta nell’ambito di un bando della Prefettura di Arezzo, per partecipare al quale abbiamo messo a disposizione locali che abbiamo in affitto e che erano al momento inutilizzati. Sarà adesso nostro compito realizzare, con tutti i soggetti interessati, un necessario processo di integrazione il cui progetto non poteva però essere elaborato prima di conoscere le caratteristiche degli ospiti della struttura stessa, 8 maschi provenienti da Gambia, Ghana e Nigeria di età compresa fra i venti e trent’anni. E’ quindi non solo nostra intenzione, ma nostro interesse aprire un dialogo con i referenti della comunità locale, prima fra tutte l’Amministrazione Comunale, ed è quello che cercheremo di fare già nelle prossime ore, precisando che non era nostro compito istituzionale quello di informare sull’apertura della struttura. Vogliamo anche precisare – conclude la nota dell’Agorà d’Italia – che quello dei migranti è un settore decisamente marginale per la nostra attività, visto che nel territorio aretino ne ospitiamo nelle nostre strutture soltanto venti, compresi gli ultimi otto dei quali stiamo parlando, a fronte delle centinaia di utenti delle nostre strutture per anziani e disabili”.  

Condividi l’articolo