E45 fascicolo a carico di ignoti ma con sviluppi in arrivo

Resta a carico di ignoti il fascicolo aperto in Procura ad Arezzo sulla chiusura del viadotto Puleto, tra Valsavignone e Canili tra le provincie di Arezzo e Forli Cesena disposto dal Gup del Tribunale di Arezzo Piergiorgio Ponticelli su richiesta del procuratore Roberto Rossi titolare delle indagini. Il lavoro degli investigatori è tuttavia concentrato su Anas e su chi ha precise responsabilità circa la manutenzione di quel tratto di strada che, una volta individuato, riceverà l’avviso di garanzia o addirittura di chiusura indagine. In relazione ai comunicati diffusi da Anas circa la non urgenza di chiudere il viadotto, il procuratore non risponde ufficialmente ma da da fonti vicine alla procura emerge l’invito ai tenici Anas affinchè presentino la loro relazione tecnica. Il periodo di chiusura del viadotto è strettamente legato alla durata delle indagini di sei mesi ovviamente prorogabili. Intanto prosegue anche il filone di inchiesta relativo al cedimento avvenuto un anno fa di una piazzola nei pressi di Pieve Santo Stefano, pochi chilometri prima del viadotto, che ha già visto tre avvisi di garanzia ad altrettanti dirigenti Anas.

Condividi l’articolo

Vedi anche: