Duro colpo al bracconaggio nelle acque dei fiumi aretini

Il tratto aretino dell’Arno ha ospitato una brillante operazione di contrasto al bracconaggio ittico. La polizia provinciale di Arezzo, in collaborazione con le guardie volontarie delle associazioni di pesca sportiva del territorio, è stata protagonista di un’azione volta a rimuovere un tramaglio che attraversava il fiume da sponda a sponda nella zona denominata Centralina nel comune di Laterina. Il tramaglio è una rete professionale fissa che impiglia i pesci che la attraversano e rappresenta una pratica di pesca che in provincia è vietata, dunque si tratta di un episodio di vero e proprio bracconaggio. La richiesta di intervento è arrivata da alcuni pesca-sportivi che hanno segnalato la presenza di questo attrezzo, permettendo di riportare la legalità nelle acque dell’Arno e di restituire libertà al suo patrimonio ittico.

Condividi l’articolo