Addio a Robert Nessmann

Domenica scorsa il Casentino ha dato l’estremo saluto a Robert Nessmann, artefice negli anni ‘50 – insieme ad un gruppo di altri pionieri dell’epoca – della nascita e dello sviluppo del comprensorio sciistico di Fangacci-la Burraia, la montagna dove generazioni di casentinesi hanno imparato a sciare soprattutto grazie a lui. Nessmann, 94 anni ben portati fino agli ultimi giorni, era austriaco di nascita ma casentinese a tutti gli effetti.

Condividi l’articolo

Vedi anche: