Sting alla Bekaert

Sting al presidio dei lavoratori Bekaert. È arrivato con la moglie Trudy questa mattina poco dopo le 11, una visita annunciata all’ultimo momento: l’invito, al cittadino figlinese illustre Gordon Matthew Thomas Sumner, era arrivato direttamente dai lavoratori dello stabilimento figlinese. E lui ha detto sì.Sting ha raccontato ai lavoratori il motivo della sua presenza, ovvero una solidarietà da valdarnese, cercando di portare attenzione al problema della Bekaert. E con la sua voce splendida e fortissima ha intonato Message in a bottle. Ed il suo messaggio, si spera, arriverà anche alle orecchie dei vertici dell’azienda belga.

Condividi l’articolo

Vedi anche: