La Ginnastica Petrarca conquista gloria in terra bulgara

La Ginnastica Petrarca conquista gloria in terra bulgara. Dopo i successi ottenuti in patria, la società aretina ha scritto il proprio nome nell’albo d’oro del 20° torneo internazionale di ginnastica ritmica “Rumi and Albena” di Varna, una prestigiosa manifestazione in cui si sono sfidate atlete provenienti da Bulgaria, Francia, Moldova, Svizzera e Austria. Per la Ginnastica Petrarca è infatti arrivato il premio come miglior club straniero in virtù dell’en-plein realizzato dalle sue tre ragazze in gara che hanno tutte ottenuto il primo posto nella classifica generale, regalando un grande motivo di gioia alla loro tecnica Elena Zaharieva, bulgara di nascita ma aretina di adozione. Gaia Iervolino, Asia Massetti e Maria Vilucchi hanno affrontato questa difficile competizione per prepararsi nel migliore dei modi ai prossimi impegni stagionali ai campionati interregionali e ai campionati italiani, dunque questo test ha fornito ottime indicazioni del loro valore internazionale e del loro attuale stato di forma. «La Bulgaria è da sempre una delle patrie d’eccellenza della ginnastica – afferma Irene Leti, responsabile della sezione ritmica della Ginnastica Petrarca, – dunque abbiamo deciso di affrontare questo lungo viaggio per far vivere alle nostre ragazze un’esperienza di altissimo livello in un panorama diverso da quello italiano. Siamo orgogliosi perché le nostre portacolori si sono dimostrate pienamente all’altezza e hanno dato vita ad esibizioni impeccabili con cui hanno tutte meritato la vittoria individuale e il riconoscimento come squadra».

Una delle migliori dell’intera manifestazione è stata Vilucchi che ha vinto l’oro in tutte le specialità (cerchio, palla, clavette e nastro), cogliendo il primo posto assoluto nella categoria Senior. Con queste affermazioni, l’aretina ha confermato il proprio talento dando seguito al bronzo ottenuto la scorsa stagione con la nazionale al torneo internazionale “Città di Pesaro”, dunque ora l’obiettivo sarà di muovere un ulteriore passo in avanti per riuscire a migliorare il quinto posto colto ai Campionati Italiani Assoluti del 2015. Dopo aver vinto il titolo toscano, Iervolino ha dimostrato di poter competere anche a più alti livelli meritando l’oro alla fune e alla palla, e il bronzo alle clavette, tre medaglie che le hanno permesso di vincere la categoria Junior 2003. Un poker di medaglie porta infine la firma di Asia Massetti che ha colto il primo posto nella Junior 2001-2002 in virtù dell’oro alle clavette, dell’argento alla fune e del bronzo a cerchio e palla. Undici medaglie per tre ragazze, dunque, che consacrano la crescita delle atlete della Ginnastica Petrarca che, dopo aver riportato la loro società in serie A1, si stanno dimostrando sempre più capaci anche di imporsi a livello individuale.

Condividi l’articolo