La sfida per il rilancio della Montagna Cortonese

Comune di Cortona e Cooperativa Fabbrica del Sole hanno vinto un bando della Regione Toscana per promuovere la creazione di cooperative di comunità della Regione Toscana.  “Questo progetto, dichiara il Sindaco di Cortona Francesca Basaenieri, rappresenta un’opportunità unica per sperimentare un modello di sviluppo economico e sociale cooperativo, che trova nelle cooperative di comunità lo strumento ideale per far progredire il capitale economico, sociale, ecologico e culturale del territorio della montagna cortonese.In questi anni si è sempre fatto un gran parlare dei temi della montagna, noi abbiamo lavorato sul concreto con progetti di alto livello ed oggi si vedono i risultati.Attraverso la presenza ed il contributo sia di coordinamento, che infrastrutturale della Fabbrica del Sole scarl, che gestisce da  2 anni il Complesso Agricolo Forestale Regionale Monte Ginezzo, dei principali stakeholders locali quali  Comune di Cortona, Cortona Sviluppo, Unione dei Comuni del Pratomagno, di organizzazioni internazionali insediate del territorio quali Synergia Institute e delle comunità locali, è venuto fuori questo progetto che ha l’obiettivo di:valorizzare le risorse naturali, sociali culturali ed economiche già presenti nella montagna attraverso la creazione di un marchio/brand per i servizi, prodotti e attività creati nella Montagnamettere in relazione le migliori pratiche di sviluppo economico locale con l’obiettivo di migliorare la qualità della vitafavorire i giovani residenti e tutti coloro che vorrebbero realizzare attività economiche, culturali e sociali nel territorioricreare una economia sociale secondo i principi base dell’uso responsabile e sostenibile delle risorse ambientali e naturalirafforzare legami di comunità gia presenti, arricchendoli di contenuti e reti sociali” “Il progetto, dichiara Annalisa Puleo della Fabbrica del Sole, mira inoltre alla realizzazione di un percorso partecipativo per creazione della cooperativa, coinvolgendo ed informando i cittadini in un percorso comune in grado di unire i bisogni locali a quelli complessivi del territorio.La proposta presta particolare attenzione al recupero delle tradizioni culturali, agricole e culinarie e all’utilizzo delle già esistenti risorse, competenze ed infrastrutture, al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile e garantire l’uso responsabile e la protezione delle fragili risorse naturali ambientali della zona.Contemporaneamente verrà realizzata un’attività di valorizzazione del territorio di Ginezzo quale Riserva  Natura 2000 con la creazione di cartellonistica, spazi attrezzati, sentieri e attività didattiche stabili e guide certificate.”

Condividi l’articolo