Solidarietà a Santini dopo la lettera minatoria

Il Presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino Valentina Calbi, all’indomani della minaccia ricevuta da Luca Santini, Presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, esprime la propria solidarietà a Santini per quella che ritiene “Una vigliaccata inaccettabile nei confronti di un amministratore appassionato e competente”. In attesa che le indagini facciano il loro corso e auspicando che conducano alla individuazione del responsabile del gesto, Calbi afferma di “Parlare anche a nome degli altri Sindaci e amministratori dell’Unione, coi quali ci siamo confrontati esprimendo la rabbia e il netto distacco di tutti da un gesto inqualificabile. Amministrare la cosa pubblica non è mai stata una cosa facile – prosegue la Calbi – ma oggi si sta scherzando col fuoco: l’inasprimento dei toni di ogni dibattito, la perdita della consapevolezza di cosa sia un ruolo di responsabilità, il disprezzo delle regole del sistema democratico, sono fattori striscianti o talvolta alimentati ad arte, che trovano sempre chi si sente autorizzato ad esprimere una forma di dissenso con metodi terroristici. Quello che è successo a Santini sarebbe stato impensabile in Casentino fino all’altro ieri. Condanniamo il gesto in sé a prescindere, ma tutti insieme dobbiamo lavorare perché sparisca il clima di odio che lo ha generato.

Condividi l’articolo