Arrestato rumeno con 50mila euro di fucili e attrezzi da lavoro rubati in casa

E’ sospettato di essere l’autore di una serie di furti messi a segno nel Valdarno. Ad arrestare un 34enne rumeno sono stati i carabinieri di Arezzo che lo hanno trovato in possesso di armi e attrezzi da lavoro per un valore di 50mila euro. L’uomo è sospettato di essere il terminale di una serie di furti commessi in alcuni comuni del Valdarno. I carabinieri, in seguito ad una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione ad Arezzo, hanno trovato una carabina “Remington” calibro 7 magnum; un fucile “The meriden firearms co.” calibro 12; tre motoseghe “Husquarna”; un flessibile angolare marca “Felisatti”: 209 cartucce calibro 12;  34 cartucce calibro 7 magnum Eemington e 10 cartucce calibro 8. Il tutto è probabile provento di un furto messo a segno a Loro Ciuffenna. Sottoposti a sequestro anche molti generi alimentari razziati da esercizi commerciali presumibilmente oggetto di furti compiuti nella provincia di Arezzo lo scorso mese di gennaio, per il quale sono in corso accertamenti sulla provenienza e riconoscimento da parte dei legittimi proprietari. Il 34enne è stato portato alla casa circondariale di Arezzo.

Condividi l’articolo