Lotta alla droga, Squadra Mobile in azione

Nell’ambito  di mirati  servizi volti alla repressione e al contrasto dei reati contro lo spaccio di sostanze stupefacenti,   personale della Squadra Mobile della Questura di Arezzo, nelle ultime 48 ore ha posto in essere una mirata attività di controllo in varie zone della città. Dieci persone sono state trovate in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente, per lo più eroina, per uso personale e segnalate alla locale Prefettura, che valuterà i provvedimenti del caso, tra cui la sospensione di documenti come la patente di guida, il passaporto, il porto d’armi e il divieto di recarsi all’estero.
Sempre personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto S.T. cittadino Marocchino, di anni 25, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare nella misura degli arresti domiciliari emessa dal locale Tribunale, a seguito di attività d’indagine, conclusasi nel settembre scorso, per il reato di spaccio di stupefacenti.
Nell’ambito di un’attività di indagine, iniziata nei primi giorni del settembre scorso, a seguito di denuncia di un minorenne di origine rumena, percosso all’interno di una discoteca aretina,  gli investigatori della Squadra Mobile hanno denunciato un suo connazionale, di 36 anni che, quella notte, ubriaco, aveva per futili motivi, schiaffeggiato il giovane, causandogli lesioni al viso.. L’uomo denunciato, già conosciuto alle forze dell’ordine, attualmete si trova ristretto a San Benedetto in quanto, a fine settembre, è stato arrestato, sempre da personale della Squadra Mobile, a seguito di Ordinanza di custodia cautelare emessa per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti dei figli minori.
E’ stato inoltre arrestato, a seguito di revoca del decreto di sospensione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione, un fiorentino di 45 anni, residente nel Casentino, già Sorvegliato Speciale,  in quanto deve espiare la pena residua di mesi 8 di reclusione per non  aver osservato gli obblighi di legge. L’uomo, pregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti, è stato portato San Benedetto.
Infine, un cittadino bengalese, di 35 anni, residente ad Arezzo, è stato, sempre nelle ultime ore,  denunciato per maltrattamenti in famiglia.

 

Comunicato stampa

Condividi l’articolo

Vedi anche: