Cantarelli, proroga a domani

Vertenza Cantarelli, il Tribunale di Arezzo, preso visione della domanda di proroga chiesta dall’azienda sul concordato, si è riservato la decisione per domani giorno in cui darà risposta definitiva sulla questione. All’udienza sull’aziend aretina specializzata in produzione di abbigliamento da uomo che occupa più di 271 addetti con un indotto di 650 persone tra Toscana e Umbria, era presente l’imprenditore titolare Alessandro Cantarelli con i suoi avvocati Giovanni Gatteschi e Marcello Catacchini. Il procuratore Roberto Rossi ha ribadito la linea della dichiarazione di insolvenza e di amministrazione straordinaria, rimettendosi però alla decisione del tribunale. I legali di una ditta che ha presentato istanza di fallimento si sono dichiarati favorevoli a concedere il rinvio perché come creditori chirografari potrebbero trarre beneficio da un concordato. Il presidente del Tribunale Carla Galantino, i giudici Picardi e Masetti, dopo aver ascoltato tutte le parti si sono quindi riservati la decisione mettendola in calendario per domani. Stando a quanto emerso l’azienda avrebbe trovato una valida proposta di acquisto che consentirebbe il recupero e la ripresa della stessa. La  sezione fallimentare del tribunale di Arezzo aveva respinto a inizio ottobre la richiesta di concordato presentata dalla Cantarelli finalizzata a fronteggiare una crisi finanziaria stimata in alcune decine di milioni di euro. I giudici fallimentari avevano ritenuto inammissibile la proposta presentata dall’azienda per sanare i debiti e per proseguire l’attività produttiva.

Condividi l’articolo