App sul maltempo da scaricare, l’appello del comune

“Il Comune di Arezzo è stato tra i pionieri nell’aderire alla piattaforma messa disposizione da Anci Innovazione per comunicare alla popolazione non soltanto i codici di allerta e le tipologie di rischio in corso ma anche i principali contenuti del Piano di protezione civile comunale, le aree a rischio del territorio, dove sono collocate le zone sicure da raggiungere in caso di calamità e le norme comportamentali da adottare per ogni tipologia di rischio: alluvionale, idrogeologico. Eravamo 9 Comuni inizialmente, adesso in Toscana siamo già 28. La piattaforma nel frattempo è cresciuta nei contenuti, grazie a recenti aggiornamenti, e vogliamo diffonderne l’utilizzo nella logica di un’amministrazione aperta alle novità che offre la tecnologia e che ha come obiettivo mettere i cittadini nelle migliori condizioni possibili, a livello informativo, in occasione di eventi causati da maltempo o altri fenomeni naturali”.Così l’assessore Barbara Magi ha presentato l’app “Cittadino informato”, scaricabile gratuitamente dai market Apple e Android su ogni dispositivo, dallo smartphone al tablet. Tutti i contenuti dell’app sono visibili anche su www.cittadinoinformato.it, collegato a sua volta al portale dei Comuni aderenti al progetto, quindi rinvenibile al linkhttp://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-sicurezza-del-lavoro-e-del-territorio/protezione-civile/notizie/app-di-protezione-civile-comunale-cittadino-informato.L’operazione preliminare, una volta scaricata l’app, sarà ovviamente quella di spuntare il Comune che interessa dal menù a tendina. Nel nostro caso Arezzo. Ma è possibile conoscere la situazione in tempo reale anche degli altri Comuni aderenti alla piattaforma.Da parte dell’assessore Magi e del dirigente del servizio ambiente e protezione civile del Comune, Giovanni Baldini, è venuto l’invito ai cittadini a scaricarla per tenersi costantemente informati.Sull’app potranno transitare anche le informazioni di pubblica utilità delle aziende che gestiscono i servizi pubblici come quello idrico integrato che potrà fornire notizie relative a interruzioni nell’erogazione dell’acqua o a problematiche di viabilità dovute a cantieri per lavori alla rete o alle fognature.Nella app è concepito inoltre un sistema di notifiche, ad esempio per gli allerta meteo, che avvertirà chi l’ha scaricata con un’icona, e se attivato un segnale sonoro, in alto nel tablet o telefonino. Proprio come un messaggio di whatsapp

Condividi l’articolo