Toscana Pride, l’orgoglio omosessuale ad Arezzo

Iniziato il Toscana Pride ad Arezzo. Raduno al Prato. Poi corteo per le strade di Arezzo. Questo il manifesto dell’iniziativa. Parità dei diritti, legittimazione dei legami affettivi e genitoriali e laicità delle istituzioni. Sono solo alcuni dei temi del documento politico del Toscana Pride. Temi che, anche dopo l’approvazione della legge sulle unioni civili, necessitano di ulteriori rivendicazioni: una legge contro l’omobitransfobia e una legislazione specifica sui crimini d’odio; il matrimonio egualitario; l’accessibilità all’adozione e alla procreazione medicalmente assistita in Italia per coppie e singoli; il sostegno alle persone trans e intersex e la depatologizzazione di entrambe le condizioni; la prevenzione da Hiv e altre infezioni sessualmente trasmesse; interventi nella direzione della promozione dell’autodeterminazione, delle politiche educative di contrasto al sessismo e alla violenza di genere e dell’adozione di strumenti di contrasto alle “teorie riparative”. Le istanze del Pride toscano infine si inseriscono nella cornice pi& ugrave; ampia delle politiche di welfare e del lavoro con una attenzione particolare alle politiche di diversity management e alla formazione specifica del personale sanitario, sindacale, educativo.I numeri del Toscana Pride 2017Il Toscana Pride è organizzato da una rete di 14 associazioni LGBTQI toscane: Agedo Toscana, Arcigay Arezzo “Chimera Arcobaleno”, Arcigay Livorno “Libertà e Diritti”, Arcigay Siena “Movimento Pansessuale”, Arcilesbica Firenze, Arcilesbica Pisa-Livorno, Azione Gay e Lesbica Firenze, Consultorio TRANSgenere, Famiglie Arcobaleno Toscana, IREOS – Comunità Queer Autogestita Firenze, LuccAut, “Pinkriot” Arcigay Pisa , Polis Aperta e Rete Genitori Rainbow con il sostegno di Arci Toscana, CGIL Toscana, UISP regionale Toscana ma anche BistrOUT Arezzo e di 73 attività commerciali aretine che hanno aderito alle convenzioni della Toscana Pride Card. Media partner ufficiale è Radio EFFE. Sponsor tecnici Gadgets Factory, PromoBrace Italy e Fanbrush. Numerose le adozioni e i patrocini da parte di istituzioni e enti. Non c’è il comune di Arezzo. Stamani Ghinelli ha ricevuto una delegazione di famiglie arcobaleno.

Condividi l’articolo

Vedi anche: