Scippavano anziane, presi dalla Squadra Mobile

Derubavano anziane donne sole in maniera violenta, giovane banda di scippatori individuata e fermata dalla Squadra Mobile di Arezzo. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata con estrema puntualità dal Gip del Tribunale di Arezzo Annamaria Loprete, ha portato in carcere due fratelli romeni, una 27enne e un 18enne e un terzo connazionale di 21 anni. Secondo quanto ricostruito i tre individuavano gli obiettivi dei colpi in donne anziane che camminavano da sole, le seguivano, bloccandole poi negli androni delle scale mentre rientravano a casa, in due casi in zona Saione, nell’altro in centro. Il 28 luglio scorso avevano strappato una catenina d’oro ad una 83enne procurandole lesioni, il 31 luglio una 68enne e il 12 agosto una 89enne alla quale avevano premuto la testa contro una ringhiera strappandole una collana d’oro. I tre sono stati fermati questa mattina alle 8,30 mentre stavano salendo su un treno, sono clandestini nonostante la nazionalità romena in quanto senza fissa dimora né lavoro. Devono rispondere di furto con strappo aggravato dall’anziana età delle vittime, rapina e lesioni in concorso. A condurre le indagini il pm Laura Taddei.

Condividi l’articolo