Mengo Festival, la notte di Levante. Con il libro di Butali in Piazza Grande

Al via la serata più lunga della settimana del Mengo Music Festival. Il venerdì di Levante, del duo di casa Subsonica, Max Casacci e Ninja e dell’after party al Karemaski. Il terzo giorno del festival partirà come al solito alle 18, al parco di via Alfieri, con le The Gingers (vincitrici del Contest di Centro Sviluppo Artisti di Bologna), due sorelle e un solo grande amore per la musica:  grazie a questa passione, formano un duo acustico, con cui poter reinterpretare, attraverso delle cover, le canzoni che più gli piacciono ed emozionano. Dopo di loro gli Heliotrope, una band che incarna una melodia e un groove di scuola anni ’90/primi 2000, con la particolarità di un cantato in lingua inglese.Grande attesa per I Monaci del Surf: un gruppo che si presenta mascherato e che da sempre nasconde la vera identità dei membri della band. Una sorta di società segreta. Non si può essere sicuri di chi ci sia sotto a quelle maschere dunque, ma quello che è certo è che la loro musica è filtrata e accompagnata da suoni elettronici che richiamano i vecchi film di fantascienza, lo spettacolo è tirato, da ballare e le atmosfere sono tra James Bond e Quentin Tarantino per un concerto a metà tra una performance e una festa. E poi lei, la super ospite Levante: la sua avventura inizia nell’estate 2013, quando col suo singolo d’esordio “Alfonso” (diventato subito una hit e un manifesto generazionale) domina sia l’airplay radiofonico che le piazze ed i festival di tutta Italia. Il 2017 si preannuncia come l’anno della consacrazione: a gennaio pubblica per Rizzoli il suo primo romanzo, intitolato “Se Non Ti Vedo Non Esisti”. Lo scorso mese, invece, viene annunciata la sua partecipazione nel ruolo digiudice a “XFactor 11”, il TV show di punta di Sky Uno. Dopo Levante, il duo Max Casacci e Ninja, con i Demonology HiFi: “Due anime irrequiete, sotterranee e pulsanti”, viene definito così il duo dietro alla consolle, un duo che farà deflagrare un groove che spazza via ogni confine tra generi musicali. Il progetto dei due, nasce come dj set di tracce originali e selezioni che spezzano le catene dei generi fino ad evocare, liberandola, l’oscura entità di un sound mai sentito prima. La serata non si fermerà qui e proseguirà con l’after party al Karemaski Multi Art Lab in cui sarà protagonista il team di 1Hour, per una festa in cui ogni ora si avvicenderanno dj diversi in console: dall’1,30 alle 2,30 del mattino la musica del Trash Party, dalle 2,30 alle 3,30 l’indie e il rock’n’roll dello staff Roghers e per ultima la crew del Klang Club, con la loro musica elettronica. In piazza Grande, invece, sempre a partire dalle 18,30, sotto le Logge Vasari, di scena l’ultimo appuntamento col Mengo Cult: Luca Caneschi presenterà”Conta i soldi con le mani” edito da Rizzoli: racconta la storia di Benito Butali, imprenditore che ha rivoluzionato il metodo di vendita degli elettrodomestici e contribuito alla creazione del gruppo Euronics. Una vicenda di famiglia e d’amore – per la moglie Vera, i figli e il lavoro – tortuosa e affascinante, ricca di figure carismatiche, episodi esilaranti, coraggio, fiuto e determinazione. 

Condividi l’articolo