Annuncia suicidio su WhatsApp, salvata dalla polizia

Annuncia il suo suicidio su WhatsApp ma viene salvata dall’ intervento di un equipaggio della squadra volanti della questura di Arezzo. È la vicenda che ha visto protagonista una donna di 36 anni originaria di Perugia, ma domiciliata ad Arezzo, in viale Cittadini, per motivi di lavoro.

Sulla linea di emergenza 113 è giunta la richiesta di un giovane, coinquilino della donna, che riferiva di aver ricevuto, tramite WhatsApp, un messaggio con intenzioni suicide da parte dell’amica, specificando che l’estremo gesto sarebbe stato compiuto al di fuori delle mura domestiche. Gli agenti si precipitavano all’indirizzo segnalato dall’uomo. Nonostante le indicazioni contenute nel messaggio, gli operatori di polizia, con l’ausilio dei vigili del fuoco, entravano all’interno dell’abitazione, accertando la presenza della donna nel box doccia, in stato di semi-incoscienza, dovuto all’assunzione di un’intera bottiglia di grappa e di diversi farmaci.

Subito assistita dai sanitari del 118, la 36enne è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Donato, dove è stata sottoposta alle cure del caso e dichiarata fuori pericolo.

Condividi l’articolo