Il Ct Giotto festeggia la promozione nella D1 femminile

Il Ct Giotto festeggia la promozione in D1. Il traguardo è stato raggiunto dalla seconda squadra femminile del circolo aretino che, in pochissimi mesi, è riuscita a scalare ben due categorie. La formazione, infatti, è stata costituita all’inizio di questa stagione per permettere ad alcune giovani atlete del Giotto di maturare esperienza in un campionato senior ma, alla luce della buona classifica delle ragazze della rosa, è stata subito promossa dalla federazione dalla D3 alla D2. Il campionato ha poi confermato la qualità delle aretine che, capitanate da Ester Baschirotto, sono state protagoniste di una stagione costantemente in cima alla classifica che è valsa la vittoria del girone di D2 e il conseguente passaggio in D1. A risultare decisivo è stato il successo per 1-2 ottenuto nell’ultimo turno sul campo del ColleSport di Colle Val d’Elsa, società con cui il Giotto si trovava appaiato in classifica a pari punti; questa vittoria, unita alla contemporanea sconfitta del Ct Grosseto con il Tc Seven Cortona, ha garantito alle aretine il primato e ha dato il via alla festa. L’obiettivo diventa ora il titolo regionale di categoria perché il circolo aretino ha guadagnato l’accesso al tabellone ad eliminazione diretta in cui sfiderà le migliori squadre di tutti gli altri gironi toscani. La promozione è frutto di una squadra giovanissima le cui veterane sono state Gloria Bianchi e Giulia Casini, due ragazze del 1995 che la scorsa stagione hanno giocato in C, mentre ad arricchire l’organico hanno contribuito quattro promettenti atlete come Margherita Casprini, Michela Metozzi, Chiara Russo e Sofia Farsetti (quest’ultima nata addirittura nel 2003). «Ci congratuliamo con le nostre ragazze per questo bel risultato – commenta Jacopo Bramanti, direttore tecnico del Giotto. – Questa è la nostra seconda squadra femminile alle spalle della serie C, dunque l’affermazione in D2 rappresenta l’ennesima conferma del valore di tutto il nostro movimento tennistico e dell’importante contributo che possono portare le ragazze del vivaio anche in un campionato seniores». 

Condividi l’articolo