Spari al seggio, 40enne condannato per resistenza

Spari al seggio, 40enne condannato a otto mesi per resistenza a pubblico ufficiale. L’episodio risale al maggio 2015 quando l’uomo, un 40enne aretino, il lunedi successivo alle votazione amminstrative aveva forzato il seggio elettorale durante le operazioni di scrutinio, pretendendo di votare. Ne era nata una colluttazione con il poliziotto di servizio al seggio durante la quale dalla pistola era partito un colpo che aveva raggiunto il 40enne di striscio a una gamba. Oggi il processo in Tribunale ad Arezzo davanti al giudice Angela Avila e al pm Niccacci. Il 40enne è stato riconosciuto di resistenza colpevole e condannato a otto mesi.

 

Condividi l’articolo

Vedi anche: