Rossi, terza audizione al Csm: “Ho chiarito tutto”

Il Procuratore Capo della Procura  della Repubblica di Arezzo Roberto Rossi oggi è stato protagonista della terza audizione nella seconda sezione del Csm. “Spero di avere chairito tutto” – ha detto il Capo della procura aretina – all’uscita. Rossi era stato chiamato in causa per l’inchiesta Banca Etruria dopo che gli era stato contestato un incarico di collaborazione con il Governo, assunto in tempi precedenti, ai tempi del premier Letta. Per Balduzzi, membro del Csm, c’era incompatibilità di Rossi in una inchiesta dove era coinvolto il padre del ministro Boschi, vice presidente della banca stessa. In precedenza lo stesso Rossi si era dimenticato di dire che lo stesso Boschi era stato oggetto di una indagine alcuni anni fa, sulla compravendita della fattoria di Dorna. le accuse che lo avevano chiamato in causa lo portarono al proscioglimento.

Condividi l’articolo