La scomparsa del Nonno

Se ne è andato in silenzio nella Casa di riposo Fossombroni, dove viveva da qualche tempo. Arezzo piange la scomparsa di Massimo Bianchini, conosciuto come il Nonno, figura popolarissima in città per la sua lunga militanza nel gruppo Sbandieratori e nell’ambiente calcistico.

E proprio l’associazione Sbandieratori di Arezzo lo ricorda con grande affetto.

“Gli sbandieratori sono stati la sua passione di una vita, “..la mia famiglia..” come amava ricordare lui stesso e di certo si è trattato di amore reciproco. E lo ha fatto per oltre quarant’anni portando il suo tamburo in ogni angolo del mondo, sempre disponibile, sempre preciso e puntuale, sempre prodigo di consigli, esempio, aiuto e sostegno per le giovani generazioni di sbandieratori. Massimo ricordava sempre, a tutti coloro che incontrava, quante e quali esperienze irripetibili aveva potuto fare grazie agli sbandieratori, quali rapporti, amicizie, conoscenze aveva potuto trarre da questa appartenenza, nello stesso tempo l’associazione Sbandieratori e i ragazzi, tutti, non hanno mancato mai di manifestare in ogni occasione, la stima, la riconoscenza e il rispetto verso di lui.

Per tutto questo, oggi l’associazione Sbandieratori di Arezzo perde un pezzo della sua storia e della sua memoria. Mancherà a tutti noi, alla città, alla sua famiglia, alla quale rivolgiamo le più sentite condoglianze, ma siamo certi che Massimo resterà nel cuore di tutti noi”.

Condividi l’articolo