Amore sparami di Woody Allen al festival del Teatro Spontaneo

Dalla penna dissacrante di Woody Allen, uno spettacolo divertente e di alta regia con musica dal vivo per la XXIII Edizione del Festival Nazionale di Teatro Spontaneo, Venerdì 27 Aprile alle 21,15 al Centro Aggregazione Sociale Fiorentina, Via Vecchia 11 (dentro porta S. Clemente) INGRESSO GRATUITO.La compagnia vicentina Teatro di Sabbia metterà in scena “Amore sparami!”, una commedia tratta da “Central Park West”, che ci parlerà, con un’affilata ironia e uno sguardo divertito, dell’amore, del tradimento e del perdono, addentrandosi nel grottesco labirinto delle contraddizioni umane. Battute divertenti e irriverenti si susseguono, generando una comicità nevrotica e vertiginosa, permeata di tagliente ironia, che caratterizza tutti i copioni del regista e scrittore americano. Due coppie si confrontano e scontrano nel bizzarro tentativo di ritrovare una normalità di rapporto e di vita che – come spesso accade in Allen – risulta invece anomala, ipocondriaca e nevrotica. I personaggi che si susseguono sulla scena si trovano a vivere piccoli drammi di gelosia, amori che finiscono, sogni infranti, tradimenti, il tutto condito con un po’ di immancabile opportunismo. Lo spettacolo, mirabilmente diretto dalla bravissima Melissa Franchi, gioca molto sui contrasti: bianco e nero, follia e ragione, amore e odio.“L’idea registica alla base dello spettacolo – afferma Melissa – è il doppio, ovvero l’opporsi di forze costruttive e distruttive, che determinano l’evolversi di una vicenda che precipita verso il cataclisma, per poi risolversi nel più semplice dei modi: ridendo. I personaggi si scagliano l’uno contro l’altro, in un susseguirsi di battute a catena di grandissima comicità; personaggi nevrotici quasi all’inverosimile, eppur così naturali, umani e così vicini a noi, tanto da creare un meraviglioso legame con il pubblico, che ride perché si rivede e perché sa che forse, alla fine, può dire di non essere così folle. Forse.” “La scena è volutamente spoglia, riempita con semplici oggetti ‘scagliati’ con rabbia. Tutto bianco e nero. La follia sembra non aver colore. La scelta di una scena così semplice si lega soprattutto al fatto che il testo si recita da sé: le parole sono veloci, le battute serrate e dinamiche. Il testo di Woody Allen è il vero spettacolo. La vera scena.La musica? Rigorosamente dal vivo, affidata ad un pianista che accompagna la vicenda con semplici motivetti anni ’80.Le luci? Fredde, cinematografiche, chirurgiche e a contrasto.Il pubblico? Ride. Tanto basta”. Melissa Franchi è Socia fondatrice e Presidente della Compagnia Teatrale “Teatro di Sabbia”.Sin dall’inizio dell’esperienza di Teatro di Sabbia Melissa si è dedicata alla regia, alla scrittura e alla cura dei testi, lavorando poi come attrice e curatrice della formazione per l’infanzia e per gli adulti offerta dalla compagnia.Dopo la laurea in lingue che le ha consentito di entrare nel mondo dell’insegnamento, Melissa ha conseguito nel 2005 la specializzazione in Scienze e Tecniche del Teatro, presso la Facoltà di Design e Arti dello IUAV di Venezia. Ha quindi lavorato per due anni presso lo stesso dipartimento come assistente alla Didattica per il drammaturgo e traduttore Luca Fontana. Nel 2004 ha ottenuto una borsa di studio dalla New York University e dallo IUAV che le ha permesso un’esperienza di formazione teatrale e di didattica del teatro presso l’NYU di New York.

Condividi l’articolo