Telecamere alla Casa Pia, sindaco Ghinelli e assessore Tanti lanciano proposta

Casa di riposo di Arezzo si dice pronta a installare le telecamere all’interno della propria struttura dopo maltrattamenti registratisi nella rsa di Castel San Niccolo e a diventare modello a livello nazionale. “Il caso ha fatto tornare alta l’attenzione su un tema sul quale questa amministrazione sta insistendo da tempo: le telecamere nei luoghi di cura e negli istituti scolastici – sottolineano il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e l’assessore al sociale Lucia Tanti – Lunedì prossimo è in programma un appuntamento con Paola Petruccioli, presidente della casa di riposo Fossombroni. Dalla Casa Pia è pervenuta infatti la disponibilità a diventare luogo di sperimentazione delle telecamere nei propri ambienti. Il tema è sempre quello di permettere alle case di cura o altre istituzioni di dotarsi di ausili tecnologici. Per la sicurezza dei pazienti, la tranquillità delle famiglie e il buon lavoro di chi vi opera. L’intento è Arezzo diventi città capofila di una sperimentazione che possa poi diffondersi a livello nazionale”.

Condividi l’articolo