Il canto del Polifonico Coradini incanta Tubingen

Il canto aretino incanta e merita applausi in terra tedesca. Il Gruppo Polifonico Coradini, storico coro fondato ad Arezzo nel lontano 1967 dal maestro Fosco Corti, ha confermato la propria vocazione internazionale ed è stato protagonista del “Concerto di primavera” per giovani orchestre sinfoniche, organizzato nella città di Tübingen. Promotore di questa iniziativa è stato il maestro Vladimiro Vagnetti che è stato invitato dalla locale scuola di musica e coro insieme ai gruppi di cui è direttore artistico, dunque il Polifonico Coradini, la Corale Polifonica di Ponte Valleceppi, I Cantori di Perugia e l’Ensemble Vocale Libercantus (vincitrice dell’ultimo Concorso Polifonico Nazionale di Arezzo). Questi quattro cori hanno dato espressione delle loro qualità canore nell’imponente Neue Aula dell’Università di Tübingen, eseguendo di fronte a seicento persone alcuni dei più noti brani della tradizione classica come il “Gloria” di Vivaldi e il “Te Deum” di Mozart diretti da Vagnetti, e la “Sinfonia N. 7” di Sergej Prokofiev diretti dal maestro Kiril Stankow. I gruppi aretini e perugini, accompagnati dall’orchestra giovanile del conservatorio di Tübingen, sono stati applauditi a lungo dal pubblico presente, soprattutto in occasione del gran finale con il “Va pensiero” di Verdi.

Condividi l’articolo