Il mondo trema dopo l’attacco Usa alle basi siriane

59 missili Tomahawak da due portaeree Usa: destinatario Assad. Poco dopo le 2.45 di stamani gli americani hanno rotto gli indugi dopo il parere favorevole del presidente Donald Trump. Le navi al largo del Meditarraneo, hanno puntato le basi da cui sono partiti l’altro ieri gli attacchi con le bombe chimiche che hanno regalato immagini che hanno fatto rabbrividire il mondo per la morte di numerosi bambini.Il Presidente Usa ha fatto un appello: “Il Mondo si unisca a noi”. Da Israele e Gran Bretagna è arrivato l’ok all’attacco. Imbarazzi e silenzi nella Nato. Damasco intanto denuncia 5 vittime. Si attende la reazione di Mosca, da sempre vicina al regime siriano.

Condividi l’articolo