Il basket giovanile gioca ad Arezzo per il “Guido Guidelli”

La pallacanestro giovanile italiana si sfida ad Arezzo per la 33^ edizione del torneo internazionale “Guido Guidelli”. L’evento, tra i più longevi e attesi del panorama nazionale, vedrà la partecipazione di oltre seicento atleti di trentasei squadre italiane e straniere dall’Under12 all’Under14 che da sabato 23 a lunedì 25 aprile si sfideranno in decine di partite ospitate da otto palazzetti di Arezzo e Castiglion Fiorentino. L’organizzazione del “Guidelli” è merito della Scuola Basket Arezzo che negli ultimi mesi ha messo in moto una grande macchina organizzativa che ha potuto contare sul rinnovato sostegno del main sponsor Amen Collection e che ha coinvolto tutte le istituzioni del territorio e decine di altri partner. «Il Guidelli è tra gli eventi sportivi più importanti della città di Arezzo – ha spiegato il presidente della Scuola Basket Arezzo Mauro Castelli nel corso della conferenza stampa di presentazione. – Per la nostra società è un onore e un orgoglio rinnovare ogni anno l’impegno per portare in città migliaia di persone in questo grande appuntamento giovanile internazionale».

Le squadre partecipanti al torneo arriveranno da dieci regioni d’Italia, coprendo l’intero territorio nazionale da Siracusa a Torino. Sono attesi anche grandi nomi come quello dello statunitense Larry Middleton che, dopo una carriera professionistica ad altissimi livelli, arriverà ad Arezzo al seguito delle giovanili dell’Avellino. Ad impreziosire ulteriormente l’evento contribuirà la presenza straniera della formazione dell’Uks Kadet di Oswiecim, il nome polacco di Auschwitz, che è stata invitata dal Comune e che rinnoverà il proprio gemellaggio con Arezzo grazie al contributo di Confesercenti. «La valenza educativa dello sport – ha aggiunto l’assessore allo sport del Comune di Arezzo Lucia Tanti, – è dimostrata dalla presenza di Oswiecim. Lo sport, infatti, oltre ad essere un motore per il turismo, diventa anche un’occasione per testimoniare valori, per riscoprire la storia e per vivere il presente con consapevolezza».

Oltre agli incontri sul campo, uno dei momenti che contraddistinguerà il “Guidelli” è il galà di domenica 24 aprile, alle 21.00, nel palasport “Mario d’Agata” da poco gestito dalla collaborazione tra Estra e Sba: in questa occasione saranno premiati tutte le squadre, gli atleti e gli arbitri partecipanti al torneo per sottolineare lo spirito di confronto e divertimento che animerà questo evento cestistico. Nell’occasione suoneranno anche i Musici della Giostra del Saracino per promuovere e rappresentare l’identità della città. «Il Guidelli è una manifestazione internazionale che dà lustro alla nostra città – hanno commentato Mario Checcaglini, presidente di Confesercenti di Arezzo, e Gabriele Marchionni, delegato provinciale Fip, – dunque siamo contenti di portare il nostro contributo e ringraziamo la Sba per mantenere in vita questo evento e per farlo crescere ogni anno di più».

Il “Guidelli” non sarà solo un appuntamento sportivo ma rappresenterà anche una vetrina turistica per la città di Arezzo. La tre giorni di pallacanestro vedrà infatti arrivare in città circa milletrecento persone tra atleti, tecnici e famiglie che hanno permesso di riempire ben tredici alberghi e che, di conseguenza, garantiranno un’importante indotto all’economia aretina del territorio. «Teniamo a cuore il rilancio turistico di Arezzo attraverso lo sport – ha chiuso l’assessore al turismo del Comune di Arezzo Marcello Comanducci. – Un torneo come il Guidelli permette di avere per tre giorni in città oltre mille persone, dunque come amministrazione rinnoviamo il nostro impegno a sostenere tali iniziative e a prenderle come un esempio».

Per restare sempre aggiornati sul torneo è possibile visitare il sito www.trofeoguidelli.sba-arezzo.it dove saranno consultabili squadre partecipanti, notizie, informazioni e calendari, oltre ad aggiornamenti live dai campi di gioco con risultati, fotografie e classifiche.

Condividi l’articolo