Isolati dalla neve riforniti di cibo e medicinali da CCe Vvf

Isolato dalla neve nel casolare dove abita, finisce le scorte del farmaco salvavita che deve assumere, la moglie chiama i carabinieri che provvedono alla necessità insieme ai vigili del fuoco. E’ accaduto nella tarda mattina a Badiola frazione del comune di Pratovecchio Stia (Arezzo). L’allarme è partito questa mattina quando una donna, che risiede con il marito in un casolare di Badiola, ha chiamato i carabinieri spiegando che il marito doveva assumere un farmaco salvavita e che le loro scorte sarebbero state sufficienti solo fino a domani. Visto il perdurare delle nevicate e la zona isolata in cui si trova la casa difficile da raggiungere con 50 centimetri di neve, la donna ha chiesto aiuto ai militari dell’Arma che sono arrivati sul posto a bordo di mezzi idonei insieme ai vigili del fuoco portando medicinali, ma anche una piccola scorta di alimenti come pane e latte, acquistati e portati alla coppia.

 

 

Foto Arianna Gregori

Condividi l’articolo

Vedi anche: