Arci Pesca Fisa, una stagione tra gioie sociali e buio istituzionale

L’Arci Pesca Fisa di Arezzo archivia una stagione divisa tra tante soddisfazioni sociali e grandi difficoltà istituzionali. L’associazione è riuscita a confermare la vitalità e le potenzialità della pesca sul territorio provinciale aggregando quasi trecento tesserati, nonostante ormai da due anni si trovi orfana di politiche adeguate e priva di risorse economiche per il vuoto causato dal passaggio di competenze dalla Provincia alla Regione. Un importante motivo di soddisfazione è arrivato dall’attività portata avanti dai cinque circoli della provincia, mentre in quanto a risultati l’Arci Pesca Fisa ha potuto festeggiare la vittoria del titolo italiano Trota-Lago. Il contraltare di questo attivismo è rappresentato dall’isolamento politico che ha costretto a ridimensionare l’impegno di tutela del territorio e dell’ambiente fluviale.

Condividi l’articolo