Giro del Casentino:la storia continua

Si rinnova la grande sfida del Giro del Casentino che è pronta ad ospitare l’edizione numero 101 della sua lunga ed emozionate storia. Si disputa in Casentino per onorare una valle che da il nome ad una gara che registra nell’albo d’oro i nomi di tre vincitori di Giro d’Italia e Giro di Francia, ovvero Gino Bartali, Fausto Coppi e Gastone Nencini, tre monumento per questo sport. Nel conto ci va anche Marco Giovannetti che negli anni ’80 si è portato a casa la Vuelta. Insomma in tema di corse a tappe questa gara in linea sempre essere il trampolino di lancio per i possibili vincitori. E l’ultimo, tanto per fare un esmepio, l’ucraino Rabiuschenvko, potrebbe essere inserito nel lotto dei corridori da seguire nel prossimo futuro. Si parte alle 14 da Corsalone. Conclusione dopo 170 km proprio nella popolosa frazione di Chiusi della Verna. Interessante il tracciato che scopre un percorso nuovo, soprattutto nel tratto che da la Beccia porta a Moggiona passando da Badia Prataglia. Ci sono delle interessanti asperità che potrebbero decidere il destino della gara. Vincerà un corridore fondista, magari al termine di una volata ristretta. Arrivo previsto 17.45.

Condividi l’articolo