Doppia denuncia per imprenditore, smaltiva irregolarmente rifiuti

Blitz della Forestale in un’officina meccanica di Cortona sequestrati dodici autocarri. L’operazione, firmata dal nucleo investigativo e operativo di Arezzo in collaborazione con i il pool ambiente della Procura di Arezzo e dell’Arpat Toscana ha portato a scoprire dodici autocarri, tra cui un pullman, in evidente stato di abbandono e dai quali fuoriusciva olio e altri liquidi pericolosi che andavano a contaminare direttamente il suolo sei dei quali sono stati subiti rimossi. Dopo gli accertamenti il titolare dell’impresa è stato denunciato per abbandono sul suolo di rifiuti speciali pericolosi. I controlli hanno interessato anche i registri di tracciabilità dei rifiuti in uso all’autofficina attraverso i quali è stato accertato un considerevole quantitativo di rifiuti costituiti da pneumatici, pasticche, pezzi di motore, lampade, stracci filtranti, e altri ricambi   originati dall’ officina senza documentazione obbligatoria che ne attestasse il corretto smaltimento. Per questo il titolare dell’officina è stato ulteriormente denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e svariate migliaia di euro per irregolarità nella tenuta dei registri.

Condividi l’articolo