Delitto Sansepolcro, l’arma era “stondata”

Autopsia sul corpo di Catia Dell’Omarino, la 40enne di Sansepolcro uccisa nella notte tra martedi e mercoledi da un colpo secco all’altezza della base cranica tra la faccia e l’orecchio. Non si conoscono ancora i riscontri ufficiali, ma il colpo sembra essere non di un oggetto appuntito ma stondata. L’esame autoptico è stato eseguito dal professor Di Paolo dell’Università di Pisa.  Intanto proseguono le ricerche dei carabinieri. Basta un dettaglio per venire a capo del giallo.

Condividi l’articolo