Padroni di casa derubano inquilino

Padroni di casa rubano corrente elettrica al proprio inquilino, 34enni condannati in Tribunale ad Arezzo. La vicenda, che risale al periodo compreso tra l’ottobre del 2013 e il giugno del 2014, è stata rievocata oggi in aula davanti al giudice Isa Salerno e al pm Bernardo Albergotti. L’uomo, un trentenne marocchino, prende in affitto un appartamento nel centro di Arezzo di proprietà di due coetanei originari del Bangladesh. Ben presto però si accorge che gli arrivano bollette della corrente elettrica fino a 960 euro. A quel punto smette di pagare e fa denuncia ai carabinieri i quali, dopo aver ricevuto il nullaosta dal pm, si introducono nell’appartamento dei proprietari, da tempo in Inghilterra, scoprendo un filo che collega direttamente l’appartamento occupato dal marocchino con una stufa elettrica costantemente accesa. Da lì la denuncia e il relativo processo. I due padroni di casa sono stati riconosciuti colpevoli e condannati a sette mesi, il giudice ha riconosciuto anche una provvisionale all’affittuario di duemila euro.

Condividi l’articolo