Mugnai: da Conte solo parole sul bando periferie. Rottura tra Anci e Governo

La rottura del tavolo tra Anci e Governo sul bando periferie alimenta di nuovo lo scetticismo sul finanziamento del progetto che era stato messo in atto dal Governo Renzi e approvato da quello Gentiloni. Il Presidente Conte aveva promesso di riprendere in esame tutto il fascicolo congelato dal voto prima al senato e poi alla camera dopo aver chiesto la fiducia. Sulla questione si è pronunciato il deputato forzista Stefano Mugnai che attacca il Governo per la linea che sta seguendo. “Ad oggi il blocco dei fondi per le periferie continua ad essere un dato di fatto. L’art. 13 del MilleProroghe lo ha sancito. Il Governo ha fatto solo annunci e promesse, ma non esiste alcun atto formale che riveda il corso approvato. Il danno per le amministrazioni locali è enorme così come il rischio che si aprano contenziosi tra Stato e Comuni. Finora solo parole. E questo è molto pericoloso – conclude Mugnai – soprattutto se è in gioco la credibilità di un paese che cerca anche il riscatto nel recupero delle zone degradate delle nostre città”.

Condividi l’articolo

Vedi anche: