Rapina, carabinieri prendono i responsabili

RAPINA ALL’UFFICIO POSTALE DI AREZZO, LOCALITA’ CHIASSA SUPERIORE – ARRESTATI GLI AUTORI.

 

Alle 9.00 di oggi, 12 febbraio 2016, tre individui hanno perpetrato una rapina in danno dell’Ufficio Postale sito in località Chiassa Superiore di Arezzo.

I tre uomini, con volto travisato da passamontagna ed armati di una pistola, si facevano consegnare la somma di € 390 e si dileguavano nelle vie circostanti a bordo di autovettura Hyundai.

Le immediate ricerche attivate dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo, hanno consentito ai militari della Stazione di Subbiano (AR) di intercettare bloccare, dopo pochi minuti, in località Montegiovi di Capolona (AR), la menzionata autovettura Hyundai I-20, risultata asportata ieri, 11 febbraio 2016 in Arezzo, con a bordo un 47/enne, un 48/enne ed un 38/enne, tutti disoccupati, pregiudicati e originari della provincia di Napoli, uno dei quali ritenuto contiguo al Clan camorristico “DI MARTINO”, operante nell’area di Gragnano-Pimonte (NA).

Nel corso della successiva perquisizione personale e veicolare sono stati rinvenuti e recuperati l’intera somma asportata, tre passamontagna e una pistola scacciacani  priva del tappo rosso usata per compiere la rapina.

I tre arrestati, denunciati anche in stato di libertà per il reato di ricettazione in relazione all’autovettura rubata, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Arezzo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

UN ARRESTO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI.

 

I Carabinieri Stazione di Cortona hanno tratto in arresto un 52/enne della Valdichiana, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Verso le ore 13.30 di ieri 11 febbraio, nel corso di servizio perlustrativo, i militari dell’Arma hanno proceduto al controllarlo e alla perquisizione personale e veicolare dell’uomo, rinvenendo 2 spinelli a bordo della sua autovettura.

Nel corso della successiva perquisizione domiciliare i Carabinieri hanno recuperato ulteriori 7 frammenti di hashish del peso complessivo di grammi 30, 24 semi di canapa indiana e 2 involucri in cellophane contenenti complessivamente 12 grammi di marijuana.

 

 

CONTROLLI PRESSO CANTIERI EDILI DEL VALDARNO: QUADRO PERSONE SEGNALATE ALL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA

 

I Carabinieri della Stazione di Cortona, coadiuvati da personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Arezzo e da Ispettori della Direzione Territoriale di Arezzo, a seguito di ispezioni presso cantieri edili ubicati in Cortona, hanno segnalato in stato libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo:

”’     un 33/enne albanese, titolare di una ditta edile del Valdarno, per avere esibito il P.O.S. di cantiere privo dei requisiti minimi (art. 96 comma 1 lett. g  D.Lgs 81/2008);

”’     un 46/enne libero professionista di Pescara, coordinatore dei lavori in fase di esecuzione, per non avere esercitato azione di vigilanza sulle imprese esecutrici, affinché applicassero le disposizioni del P.S.C. di cantiere (art. 92 comma 1 lett. a  D.Lgs 81/2008), un 67/enne di Siena, titolare du una azienda di movimento terra, per non avere allestito il previsto servizio igienico di cantiere (art. 96 comma 1 lett. A  D.Lgs 81/2008) e un 45/enne di Roma, legale rappresentante di una società di Pomezia (Roma) che realizza impianti distribuzione carburanti, per non avere custodito in cantiere, una cassetta contenente presidi di pronto soccorso (art. 45 comma 1 D.Lgs 81/2008).

Nella circostanza sono state inoltre contestate 4 violazioni penali ammontanti complessivamente ad euro 4.493,60.

 

Conunicato stampa

Condividi l’articolo

Vedi anche: