Aggressione sessuale, carabinieri arrestano il violentatore

E’ un trentacinquenne originario del Ghana l’autore dell’aggressione sessuale avvenuta venerdì scorso al Prato di Arezzo. L’uomo è stato individuato e arrestato dai carabinieri del Norm di Arezzo, in collaborazione con gli agenti della squadra mobile della questura.

Il 35enne è ritenuto responsabile dei reati di violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una coppia di minori, episodio accaduto venerdì 4 agosto nei giardini del Prato.

L’uomo, prima minacciando i due ragazzi con un coltello, poi con calci e pugni, ha costretto uno dei due giovani a denudarsi, tendando, al tempo stesso, di avere con lui un approccio sessuale. Solo quando i due giovani sono riusciti a divincolarsi e a chiedere aiuto, l’aggressore è scappato per le vie circostanti, facendo perdere le sue tracce. 

Dal racconto fornito dai due minori aggrediti è stato possibile ritovare l’arma da taglio utilizzata dall’aggressore e poi nascosta durante la fuga.

Raccolti elementi sufficienti, gli inquirenti sono risaliti agevolemente all’identità dell’uomo, il quale è l’autore di altri due episodi analoghi, uno dei quali non sarebbe stato denunciato. Benché non si sia trattato di stupri realmente compiuti, fatti come quello accaduto al Prato sono puniti molto severamente dal codice penale.

Lo stesso 35enne, dopo il fermo, ha ammesso le proprie responsabilità. L’uomo è stato, quindi, condotto nel carcere di Arezzo, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

Condividi l’articolo

Vedi anche: