Inferno di grandine e vento nell’aretino

Cinque minuti d’inferno: vento, grandine, pioggia. Arezzo è stata messa in ginocchio da una tempesta che l’ha investita nel primo pomeriggio di oggi, poco dopo 15. Due persone sono rimaste ferite e la lista dei danni è lunghissima: alberi caduti, cartelli stradali divelti, disagi alla viabilità, tetti crollati. E’ saltata parte della copertura della stazione ferroviaria. Gravi danni anche al palasport delle Caselle. Sradicata l’insegna storica dell’hotel Minerva, crollata una
 gru. C’è anche una questione sociale a margine della tempesta: in molte abitazioni è in corso una verifica della stabilità, alcune famiglie potrebbero essere costrette a lasciare le proprie abitazioni. Paura, inoltre, per delle coperture in eternit che il maltempo ha distrutto. 
 

Condividi l’articolo

Vedi anche: