Primarie Pd, Renzi senza freni. Ad Arezzo supera l’80%

Un verdetto inappellabile. Come in Italia anche Arezzo si conferma un territorio iper renziano conferendo al segretario uscente del pd una percentuale per certi aspetti imbarazzante. Renzi oscilla sull’80% dei consensi nell’aretino. In pratica i suoi competitor Orlando ed Emiliano hanno avuto le briciole dai cittadini che si sono recati dove era possibile esprimere il voto. E non mancano le curiosità. A San Giovanni Valdarno dove tra gli iscritti Orlando aveva strappato la maggioranza dei consensi, Renzi ha preso il 77% dei voti dai cittadini. Anche a Civitella della Chiana e Strada, nei comuni dei maggiorenti orlandiani come max Dindalini (segretario Provinciale) e Vincenzo Ceccarelli (assessore regionale), Renzi ha fatto cappotto. Il voto è filato liscio da tutte le parti. L’unico incidente a Monterchi dove non è stata fatta votare l’assessore Silvia Mencaroni, perchè eletta in una lista alternativa al Pd. Il particolare è  che la Mencaroni è la sorella della compagna del plenipotenziario renziano Marco Donati. In ogni caso anche nel centro della Valcerfone il trend è stato superiore al livello nazionale visto che su 87 votanti, Renzi ne ha portati a casa 71. Altra curiosità a C. Fiorentino dove Emiliano ha perso tra gli elettori. Tra gli iscritti si era piazzato a sorpresa, al primo posto.

Condividi l’articolo