Ecorally, Guerrini secondo nella prova del mondiale auto elettriche in Boemia

La terra boema regala ancora soddisfazioni ai piloti e agli equipaggi toscani. Per il terzo anno consecutivo il copilota Guido Guerrini, campione del mondo FIA della categoria riservata ai veicoli ecologici, riesce a salire sul podio della prestigiosa gara ceca arrivata alla settima edizione.Ad accompagnare Guerrini, come nella vittoriosa trasferta del 2017 assieme al Vivi Altotevere Eco Team, il pilota franco-polacco Artur Prusak, due volte campione del mondo (2015-2016) della stessa categoria. La vittoria del 2016, invece, fu in compagnia di Nicola Ventura e dell’Ecomotori Racing Team.La nuova Nissan Leaf, messa a disposizione da Nissan Repubblica Ceca per la coppia Prusak-Guerrini, fa il proprio esordio nel mondiale riservato alle auto elettriche. La Leaf, con maggiore autonomia e la curiosità del pedale unico, raccoglie i primi otto punti mondiali della propria storia nella classifica costruttori FIA.Il team, ribattezzato per l’occasione “Torino-Pechino 2018” in onore del viaggio che Guido Guerrini farà nella prossima estate, è stato allestito anche grazie all’aiuto dell’azienda di Sansepolcro Cespit, proprietaria del marchio “Io Vivo in Toscana”, e alla collaborazione di Estra e Coingas.Proprio il viaggio nell’estremo oriente, che sarà l’occasione per ricordare quello del 2008, impedirà a Guerrini di lottare per difendere il titolo mondiale conquistato nel 2017.“Ritengo giusto onorare il titolo mondiale vinto l’anno passato, anche grazie all’impegno di molti sponsor toscani, partecipando ad alcune gare internazionali, cominciando proprio da quella di Cesky Krumlov, una delle più belle, competitive e divertenti”, racconta Guerrini nella conferenza stampa di fine gara presso il bel giardino della locale fabbrica di birra, sede logistica dell’evento. “Pur essendo assente per l’intera estate, e non potendo lottare per il mondiale, ho cercato di lasciare un segno nella classifica mondiale, ma stavolta altri sono stati più bravi di noi”, aggiunge il copilota toscano.La vittoria nel settimo Ecorally di Cesky Krumlov è andata ai boemi Petr Pavlat e Tomas Brzek su Volskwagen e-Golf, mentre il terzo gradino del podio è stato ad appannaggio della Tesla del team altoatesino composto da Walter Kofler e Franco Gaioni, che grazie all’importante piazzamento raggiungono la provvisoria testa della classifica mondiale.

Condividi l’articolo