Padre Gratien può andare a rinnovare il permesso di soggiorno

Padre Gratien Alabi potrà andare in Vaticano a svolgere la pratica per il rinnovo del permesso di soggiorno. Lo ha stabilito la Corte di Assise di Arezzo con una ordinanza emessa questa mattina, dopo essersi riunita su istanza dell’avvocato Francesco Zacheo difensore del frate a processo per omicidio volontario nell’ambito delle indagini sulla sparizione di Guerrina Piscaglia da Ca Raffaello nell’aretino due anni fa.  Il pm Marco Dioni aveva dato parere negativo. Gratien Alabi potrà quindi uscire dal convento romano dei premostratensi dove si trova ai domiciliari per recarsi alle Poste del Vaticano e presentare la richiesta. D’intesa con la questura di Roma gli sarà sganciato il braccialetto elettronico che indossa alla caviglia. Non è escluso che sarà comunque accompagnato dall’avvocato. L’uscita è in programma per domani. Venerdi il frate sarà in aula ad Arezzo per l’udienza del processo a suo carico.

Condividi l’articolo

Vedi anche: