Uccise il marito a colpi di fucile. Appello condanna la donna a 14 anni

Uccise il marito a colpi di fucile. Fu condannata a 8 anni di carcere, ma ieri la Corte d’Appello di Firenze ha ribaltato la situazione: quella condanna in primo grado è apparsa troppo leggera ai giudici fiorentini, che hanno portato la condanna a 14 anni di carcere. Il fatto accadde due anni fa a Lonnano, comune di Pratovecchio-Stia. La 60enne Paola Marzenta uccise il marito Dino Gori con un colpo di fucile. In prima istanza il Pm chiuse 14 anni. I giudici riconobbero la semi infermità e ridussero la condanna a 8 anni.

Condividi l’articolo

Vedi anche: