Valdarno, truffe scoperte dai carabinieri

Sette persone, di entrambi i sessi, sono state denunciate dai carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno per truffa.

In due casi, a Terranuova e Bucine, le truffatrici hanno messo in vendita utensili ed elettrodomestici, intascando il denaro senza mai consegnare la merce agli acquirenti.

A Loro Ciuffenna, una donna, disoccupata e censurata, ha pubblicato un annuncio di messa in affitto di un immobile inesistente, riuscendo a farsi versare un acconto superiore ai trecento euro.

A Castelfranco Piandiscò, un’impiegata statale, incensurata, ha pubblicato su una nota piattaforma di annunci, la vendita di una polizza assicurativa fantasma, poi acquistata da una vittima inconsapevole.

A Levane, nei guai con la giustizia è finito un pregiudicato italiano, titolare di una ditta edile, che è riuscito a intascare una caparra di più di settecento euro a fronte della promessa, mai mantenuta, di costruire un pergolato per un cliente.

Infine a Montevarchi, doppia truffa da parte di un meccanico italiano, censurato, che è stato denunciato per essersi prima appropriato di un veicolo che il proprietario gli aveva affidato per lavori di manutenzione ordinaria, e poi per averlo venduto a un terzo soggetto ignaro.

Sempre a Montevarchi, denunciato un altro truffatore che avrebbe simulato la vendita di un’auto, tramite una nota piattaforma online, chiedendo e ottenendo il versamento di una caparra. Il veicolo, però, era inesistente.

Condividi l’articolo