Tutti i numeri dell’Arezzo: Cutolo si prende la 10

Il 9 resta sulle spalle di Davide Moscardelli. E non poteva essere altrimenti. La 10 la prende AnielloCutolo, con Paolo Grossi che opta per la maglia numero 29 (il suo giorno di nascita), lasciando la 11 indossata l’anno scorso a Marco Cellini.Cutolo allunga così la lista dei mancini di qualità che hanno indossato il numero più fascinoso di tutti dopo il ripescaggio in terza serie, succedendo a Luca Tremolada e Horacio Erpen.L’Us Arezzo ha comunicato la numerazione ufficiale dei calciatori in vista dell’esordio in campionato di domenica prossima contro l’Arzachena. Un elenco provvisorio perché mancano ancora alcuni giorni alla chiusura della campagna trasferimenti e potrebbe esserci qualche aggiustamento di qui a fine mese. Le scelte dei giocatori, comunque, sono state in gran parte fatte. In serie C, come da circolare della Lega dello scorso 28 luglio, la numerazione dei portieri è obbligatoria (1, 12, 22), mentre la numerazione dei calciatori di movimento dev’essere progressiva dal n. 2 in poi, in funzione del numero di tesserati (senza interruzione di numeri). Sul dorso delle maglie comparirà anche il cognome dei calciatori.Ogni società potrà utilizzare, previa comunicazione alla Lega, tre divise sociali in campionato, specificando colore di maglia, calzoncini e calzettoni. Seconda e terza divisa dovranno avere colorazioni notevolmente diverse dalla prima al fine di non generare confondibilità tra le due squadre contrapposte in campo. Per quanto riguarda la numerazione amaranto, Borra si è tenuto la 22, concedendo la numero 1 aFerrari. Sabatino ha lasciato la 3 a Rinaldi ed è passato alla 4, Muscat aveva la 2 e ha scelto la 13 di De Feudis, che a sua volta giocherà con la 18 (l’anno scorso sulla schiena di Polidori). Hanno scelto la continuità Corradi (numero 7), Foglia (numero 8), Luciani (numero 16), Cenetti (numero 20).Per quanto riguarda i giovani, Talarico ha avuto la numero 2, Varga la 5, Yebli la 6. 

Condividi l’articolo