Vigilante arrestato

Antonio Di Stazio, il vigilante scomparso da Arezzo con 50 chili di oro e ricomparso l’altro ieri a Lucca senza metallo giallo, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri di Arezzo su esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal Gip Annamaria Loprete. L’arresto è stato eseguito in funzione del cambio di imputazione passato da appropriazione indebita a furto aggravato. La  cassaforte che si trovava nel furgone scomparso l’11 luglio dalla zona di Badia al Pino nel comune di Civitella in Valdichiana durante il ritiro del metallo da fondere e ritrovata di li a poco nel mezzo abbandonato vuota, era controllata direttamente dalla sede centrale e dunque non un bene di cui Antonio Di Stazio aveva la custodia.

Condividi l’articolo

Vedi anche: