Meningite, Asl: “I vaccini ci sono, nessun ritardo nelle consegne ai medici di famiglia”

“Ad Arezzo non c’è e non c’è stato nessun ritardo nella consegna dei vaccini alla Asl e da questa ai medici di famiglia. I vaccini ci sono e non sono mai mancati”, si legge in una nota trasmessa dalla Asl in risposta all’interrogazione presentata oggi dal vice presidente della commissione sanità regionale, Stefano Mugnai.
“Le dosi ci sono, sia per la vaccinazione contro la meningite di tipo B che C – precisa ancora la Asl -, vengono gestite dalla farmaceutica ospedaliera e territoriale della Asl, distribuite periodicamente alle zone che, a loro volta, si preoccupano di rifornire i medici di famiglia ed i pediatri che hanno aderito alla campagna regionale e che ne fanno richiesta. Per la fascia di popolazione tra 11 e 45 anni c’è un doppio binario di vaccinazione, medici e pediatri che hanno aderito ed ambulatori Asl di igiene pubblica. In questa fattispecie, i tempi di attesa possono variare, di norma, da pochi giorni a due, tre settimane in base all’andamento della domanda”.
“L’impossibilità odierna di effettuare una prenotazione, lamentata dal coordinatore comunale di Forza Italia ed oggetto dell’interrogazione di Mugnai, è invece reale – si legge ancora nella nota della Asl – e deriva da una momentanea saturazione dell’agenda per gli appuntamenti, in attesa di ricevere nuove disponibilità. Di questo ci scusiamo con il Sig. Conti e con altri cittadini che si fossero trovati nella stessa situazione. La direzione aziendale sta lavorando per poter aprire agende a scorrimento proprio per ovviare a questo problema che, va precisato, si è verificato in modo saltuario ed occasionale. Riprova ne è che già oggi alle 14,00 ad Arezzo sono state messe in agenda nuove disponibilità fino al 30 giugno, termine previsto della campagna. Analogo programma è stato disposto per tutte le altre zone sanitarie“. Nei prossimi giorni saranno incrementate anche le disponibilità sulle agende per gli ultra 45enni invitati a vaccinarsi dalla regione toscana in regime di copagamento.L’azienda sanitaria coglie l’occasione per rendicontare l’andamento della campagna di vaccinazione in atto. Dal mese di aprile al 31 dicembre 2015 (la campagna di vaccinazione proseguirà fino al 30 giugno), sono state effettuate 33.183 vaccinazioni, di cui 17.393 nella fascia di età 11-20 anni (per una percentuale di copertura pari al 60,28% della popolazione corrispondente) e 15.790 nella fascia di età 21-45 anni (per una percentuale di copertura pari al 15,79% della popolazione corrispondente). Si tratta di un tasso di copertura vaccinale tra i più alti in Toscana, il secondo per la precisione, dopo Massa. Per quanto attiene la collaborazione con i pediatri ed i medici di famiglia, va precisato che sono 34 su 39 (87,2%) i pediatri e 200 su 247 (81%) i medici di famiglia che hanno aderito alla campagna.

Condividi l’articolo