Cambridge porta ad Arezzo le olimpiadi dell’inglese

Le olimpiadi della lingua inglese arrivano ad Arezzo per la nona edizione dei giochi “Kangourou”. I 177 migliori studenti dalla Toscana e dall’Umbria si ritroveranno in città da lunedì 11 a mercoledì 13 aprile per vivere tre intensi giorni tra esercizi e giochi linguistici, sfidandosi nelle semifinali nazionali di un concorso promosso dall’Associazione Italiana Scuole di Lingue con il sostegno di Cambridge English, del Ministero dell’Istruzione e dell’Ambasciata Britannica. La gara, ospitata dalla sede aretina dell’Accademia Britannica, è orientata a valorizzare le eccellenze scolastiche italiane e, coinvolgendo le scuole dalle elementari alle superiori dell’intera penisola, ha visto ben 1.230 studenti toscani e umbri mettersi alla prova nella loro padronanza dell’inglese. Una prima fase interna ai singoli istituti ha permesso di individuare i migliori che, divisi nelle varie fasce d’età, hanno guadagnato l’accesso alle semifinali regionali di Arezzo e, tra questi, ben quindici arrivano proprio dalle scuole cittadine: nove di seconda superiore nella categoria Grey e sei di quinta nella categoria Red. «I “Kangourou” – spiega Teresa Bardelli, segretaria dell’Accademia Britannica, – si sviluppano attraverso esercizi e giochi linguistici sempre più difficili che permetteranno di individuare i migliori studenti d’inglese d’Italia. La città di Arezzo è stata scelta come il punto di riferimento per l’intero territorio regionale in quanto siamo l’unico centro toscano d’esami Cambridge affiliato all’Associazione Italiana Scuole di Lingue, dunque queste olimpiadi rappresentano un’ulteriore riconoscimento per la qualità dell’insegnamento del nostro istituto».

Nella semifinale di Arezzo, gli studenti saranno divisi in quattro categorie (dalla Joey per le elementari alla Red per le superiori) ed eseguiranno prove di ascolto e di comprensione del testo, arrivando a stilare una graduatoria nazionale che permetterà ai primi venticinque di ogni classe di avere accesso alla finalissima in programma a maggio a Mirabilandia. Al termine del progetto, i finalisti che otterranno la sufficienza avranno in premio la certificazione “Cambridge English”, mentre i vincitori di ogni categoria si aggiudicheranno un viaggio-studio in Inghilterra e saranno premiati a Roma direttamente dall’ambasciatore britannico. «Ormai da tre anni ospitiamo i “Kangourou” nella nostra scuola – aggiunge Bardelli, – e nelle ultime edizioni abbiamo registrato l’accesso di qualche studente aretino alla finalissima, confermando la propensione della città e della provincia verso la lingua inglese».

Condividi l’articolo