Comitato risparmiatori azzerati scrive a Paolo Gentiloni

Una lettera al presidente del consiglio Paolo Gentiloni per sollecitare un incontro urgente. Ad inviarla il Comitato risparmiatori azzerati dopo il nulla di fatto ottenuto con la richiesta d’incontro inviata a novembre all’allora premier Matteo Renzi. “Da più di anno scrivono Silvia Battistelli, Vincenzo La Croce e Alvise Aguti responsabili del Comitato – cerchiamo di guidare i risparmiatori in quella che reputiamo una lecita attività di protesta che si è mossa di pari passo con incontri presso istituzioni quali Banca d’Italia, Abi e lo stesso Senato della Repubblica Italiana, nelle quali ci siamo accreditati con professionalità e buonsenso, per cercare di mediare e trovare soluzioni eque, condivise ed omogenee anche per i risparmiatori delle quattro banche. Di fatto, la disomogeneità che ha caratterizzato gli interventi destinati a risolvere le diverse questioni bancarie – proseguono – è diventata sempre più evidente: casi molto simili risolti ogni volta in un modo diverso (Tercas, CRCesena salvata attraverso FITD supplementare, Banche Venete con Atlante ed infine MPS) dove il minimo comune denominatore è stato la salvaguardia degli obbligazionisti privati, cosa che non e avvenuto per gli obbligazionisti delle 4 banche”.

Condividi l’articolo