CrossFit Arezzo festeggia la sua prima stagione sportiva

CrossFit Arezzo spegne la sua prima candelina. Giovedì 28 maggio, tutti gli atleti e i tecnici festeggeranno un anno dall’avvio dell’attività di una società che ha portato nella provincia aretina una disciplina che, nata negli Stati Uniti, è oggi praticata in 11.000 palestre di tutto il mondo. Unendo esercizi di ginnastica e esercizi di pesistica, il CrossFit ha trasformato il fitness in un vero e proprio sport, dando vita ad un network internazionale in cui è rientrata anche la neonata realtà di Arezzo. Questo primo compleanno sarà celebrato con una serata in linea con lo spirito della disciplina, dunque con un allenamento speciale in cui si sfideranno i migliori atleti aretini e con una cena societaria volta a rinforzare il concetto di comunità. Il tutto nella palestra di CrossFit Arezzo presso l’impianto sportivo dell’Union Team Chimera alle Caselle. L’appuntamento rappresenterà anche l’occasione per rivivere i traguardi raggiunti nel corso dell’anno, dalla formazione del gruppo di agonisti che ha partecipato agli Open internazionali fino ai progetti nelle scuole superiori per gettare le basi di un futuro settore giovanile. «Questa prima stagione – commenta Alessio Piccolo, il tecnico che ha portato il CrossFit ad Arezzo, – è andata oltre ad ogni aspettativa. Abbiamo diffuso lo sport in città e abbiamo formato un primo nucleo di agonisti che hanno rappresentato Arezzo nelle prove dell’Open, vivendo una prima competizione con il resto del mondo e un bel momento di confronto interno alla palestra. Inoltre siamo felici di aver avviato un percorso con gli studenti del corso di “Tecnico Sportivo” dell’Isis Buonarroti-Fossombroni che ha permesso loro di conoscere il CrossFit e che ci fornirà l’occasione di individuare nuovi talenti». La serata di giovedì rappresenterà uno spartiacque della stagione perché nei mesi estivi l’attività sportiva entrerà veramente nel vivo, coinvolgendo anche atleti di altre discipline con allenamenti svolti esclusivamente all’aria aperta. Il CrossFit diventa infatti un’occasione per restare allenati in un periodo in cui gli altri sport sono fermi e per avviare una preparazione atletica adatta per tutto il corpo e per tutte le attività. «Il CrossFit – conclude Piccolo, – è uno sport che ben si presta ai luoghi aperti, perché i suoi esercizi si adattano a tutte le situazioni della vita quotidiana. Questi mesi ci permetteranno di vivere allenamenti gratificanti e stimolanti che ci proietteranno nel migliore dei modi verso la nostra seconda stagione agonistica».

Condividi l’articolo