Dal Canto fa turn over. Con l’Albissola occasione propizia

Turn over sì ma con moderazione. Dal Canto conferma quanto dichiarato dopo la partita di giovedì con la Juve e annuncia qualche cambiamento in formazione per domani. Probabile un aggiustamento per reparto, senza esagerare: l’obiettivo è mettere in campo forze fresche, badando a non snaturare assetto e struttura di una squadra che fin qui ha sempre convinto.Il modulo resterà il 4-3-1-2 ma almeno tre undicesimi saranno diversi rispetto ad Alessandria. Per l’Arezzo si avvicina la terza partita in sei giorni e la benzina va dosata nel modo giusto, anche perché contro l’ultima della classe le insidie non sono poche.Trattasi della classica domenica in cui c’è molto da perdere e quasi nulla da guadagnare. Tradotto: se vinci hai fatto il tuo, se perdi è un disastro. Dal Canto in conferenza ha sottolineato questo aspetto e ha anche messo in guardia i suoi giocatori, dai quali comunque ha ricevuto segnali positivi in allenamento.L’Albissola è ultimo, non ha mai vinto e ha un Martignago che da solo ha segnato quasi quanto tutto l’Arezzo (5 gol contro 6). Dalla Liguria rimbalzano voci di un Fossati traballante in panchina e questo alza il coefficiente di difficoltà.Gli amaranto però, a prescindere dall’avversario, meritano fiducia. Anche l’altro ieri se la sono giocata fino all’ultimo, sfiorando ripetutamente il gol del pari e crescendo dal punto di vista del gioco col trascorrere dei minuti. 

Condividi l’articolo